giovedì 10 maggio 2012

Dedicato alle madri

Questo è  il  mese,  e alle madri voglio dedicare un paio di liriche,  in questo e nel prossimo post,  non per festeggiare,  ma per decantare questa creatura alla quale tutto dobbiamo,  ciò che di più puro e di più forte si agita nell'animo e che ha ispirato al nostro Poeta pagine di una bellezza morale e di una umanità che  mi  ha coinvolto

"Consolazione"
 dal Poema Paradisiaco.


Non pianger più. Torna il diletto figlio
 a la tua casa. E' stanco di mentire.
Vieni; usciamo. Tempo è di rifiorire.
Troppo sei bianca: il volto è quasi un giglio.

Vieni; usciamo. Il giardino abbandonato
serba ancora per noi qualche sentiero.
Ti dirò come sia dolce il mistero
che vela certe cose del passato.

Ancora qualche rosa è nè rosai,
ancora qualche timida erba odora.
Ne l'abbandono il caro luogo ancora
sorriderà, se tu sorriderai.
..........................................
perché ti neghi con lo sguardo stanco?
La madre fa quel che il buon figlio vuole.
Bisogna che tu prenda un po' di sole,
un po' di sole su quel viso bianco.

Bisogna che tu sii forte; bisogna
che tu non pensi alle cattive cose....
Se noi andiamo verso quelle rose,
io parlo piano, l'anima tua sogna.

Sogna, sogna, mia cara anima!..
Tutto sarà come al tempo lontano.
Io metterò nella tua pura mano
tutto il mio cuore. Nulla è ancor distrutto.
.........................................
tutto sarà come al tempo lontano.
L'anima sarà semplice com'era;
 e a te verrà, quando vorrai, leggera
come viene l'acqua al cavo de la mano.

11 commenti:

  1. bellissime,quasi quasi piango................
    un bacio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franca, in effetti coinvolge, buona serata.
      A Presto, Lecoq

      Elimina
  2. Hai ragione è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Prof! Sono contenta che ti piace, baci, Lecoq

      Elimina
  3. E' vero Lecoq, è bellissima. Forse una delle più sincere manifestazioni emotive dannunziane, anche se pur sempre studiate e controllate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ines, grazie!
      Baci, Lecoq

      Elimina
  4. Ciao, questa poesia stupenda è stata trattata e spiegata al corso di poesia a cui partecipo, mi piaceva molto già da prima,ora ancor di più buona serata a presto.

    RispondiElimina
  5. Sono d' accordo è bellissima è stata spiegata e discussa anche al corso di poesia a cui partecipo mi fa piacere che altre apprezzino versi di altri tempi... a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Terry, io trovo che in ogni tempo la capacità di decantare le virtù più semplici, gli affetti più puri e più gentili con una simile dolcezza tocca nell'animo e ci rimane!Grazie per la visita, Lecoq

      Elimina
  6. Bella la poesia.Io se mi permetti ti rispondo con questa poesia che leggo nei momenti un po'così: "La pietra angolare di una casa,la parte più importante,non si trova sulla terra,ma nel cuore della mamma."Lydia O. Jackson.A presto E71

    RispondiElimina
  7. Ciao cara, è bella anche la tua, ma sopratutto vera!
    Baci, Lecoq

    RispondiElimina

Felice di averti qui!