lunedì 28 maggio 2012

Shabby in giardino

In tema con i lavori in giardino di questo periodo, a chi non capita di guardare i vecchi arredi ed aver voglia di rinnovarli?
Della serie non buttate nulla, rovinato è bello, questo è lo spirito shabby, 

.....  ho recuperato le mie vecchie poltroncine in vimini, ormai inguardabili, trasformandole con la tecnica shabby.
Poi avevo voglia di renderle comode, quindi per i cuscini ho scelto le tonalità dei miei fiori, ora sono così
perfettamente abbinate con un angolo dove regnano questi colori














Prima invece erano ridotte così :

venerdì 25 maggio 2012

Dal giardino alla tavola


Gelatina di asperula, alla francese.
Il dolce al sapore dell'asperula fresco e goloso. Perché non si rompa togliendolo dallo stampo, prima di sformarlo si deve immergere il contenitore in acqua calda.


Ingredienti: 
un mazzo di asperule (circa 80 g), due cucchiai di cognac, 450 ml di vino bianco secco, 10 cucchiai di sciroppo di glucosio, otto fogli  di gelatina, due cucchiai di succo di limone.
Preparazione: 
unire le asperule, il cognac,  il vino bianco e lasciare riposare per un'ora, poi filtrare il liquido. Ammorbidire la gelatina in acqua fredda per 10 minuti e strizzarla. Scaldare lo sciroppo di glucosio e sciogliervi la gelatina strizzata. Unire il tutto al composto con il vino. Aggiungete poi il succo di limone. Versate in una coppa monoporzione o in stampi a vostra scelta e  mettere in frigorifero il tempo giusto perché si solidifichi.


Grazie!
 
Un altro premio .......... ma grazieeeeee!
E questa volta devo essere grata a Marina del blog " La cucina di mandorla" che è una brava new entry
della blogsfera.

Dovrei parlare un pò di me ..... allora cercherò di essere sintetica :
Le mie passioni sono diventate il mio lavoro: decoratrice d'interni, complementi d'arredo, oggettistica,  bomboniere e regali hand made..
Mi diverte cimentarmi con l'arte culinaria, ma amo anche il giardinaggio, adoro i miei amici a 4 zampe e mi piace condividere le bellezze, gli usi, i costumi e le tradizioni legate alla mia terra.
Le regole per il premio " Versatile blogger" sono:
ringraziare e linkare il blogger che ci ha nominato
scrivere 7 notizie che ci riguardano, nominare 15 blog che meritano questo premio, comunicare la notizia ai blogger e inserire il logo 

Ogni volta è veramente difficile fare una scelta tra i blog che seguo, per me sono tutti interessanti perchè ognuno ha le sue peculiarità, ma devo farlo, ed ogni volta cerco di non ripetermi per poter passare la staffetta a tutti.......  non vogliatemene.



giovedì 24 maggio 2012

Dal giardino alla tavola


Verde elisir di primavera: 
liquore all' Asperula.
Ingredienti: 60 g di asperule, mezzo litro d'acqua, 300 g di zucchero, 100 ml di spirito di vino (90%), 700 ml di vodka.
Preparazione:
legare insieme le asperule e fissarle con uno spago. Metterle nell'acqua per tutta una notte lasciando il recipiente aperto. Poi aggiungere lo zucchero e fare bollire per un po'. Togliere le asperule e proseguire la cottura fino a quando la soluzione non si sarà ridotta della metà non appena si sarà raffreddata, aggiungete lo spirito di vino, mettete il liquido in una bottiglia, lasciarlo per quattro settimane al sole e scuoterla spesso. Per finire, unirvi la vodka.

Domani ...... Asperula in versione dolce 


mercoledì 23 maggio 2012

Dal giardino alla tavola.


Tra le meraviglie che il mese di maggio porta con sé, c'è anche un fiore, particolare ed elegante:
 l' Asperula.
I suoi fiori bianchi e delicati sono ideali per abbellire il giardino e la casa. Ma la bellezza non è l'unica particolarità: il profumo che viene raccolto una volta essiccati fiori, è molto apprezzato e utilizzato per preparare fragranze cosmetiche e per la casa. Per esaltare l'aroma è possibile anche mescolare i fiori con bucce secche di arancia, creando un pout-pourri  gradevole.
Una pianta così versatile entra anche in cucina: i fiori freschi possono trasformare una semplice coppa di fragole in un dessert bello da vedere e dal gusto speciale. Le foglie essiccate dell'asperula, che appartiene alla famiglia delle Rubiacee, sono utili anche per preparare una tisana che combatte l'insonnia, mentre i fiori freschi, sie appoggiati sulla fronte, leniscono il dolore del mal di testa. Può diventare protagonista della tavola ma anche un profumo delizioso da celare nei cassetti della biancheria di casa: basta fare dei mazzetti con le foglie e chiuderli in sacchetti di tela o piccole scatole traforate.
L'asperula la trovi nei boschi di faggio e i suoi fiori si schiudono in questo periodo
Io li ho racchiusi conservandoli in questi sacchetti

Domani ricetta per Verde elisir di primavera:
 Liquore all' asperula.

martedì 15 maggio 2012

Margherite non solo per il drink

Torta Margherita
L'idea mi è venuta scrivendo l'altro post.... perchè solo mangiarle?


Apine e margherite  per questa struttura torta a due piani con 25 sacchetti in tessuto
Puoi averla anche a colori inversi : struttura torta in tessuto a righe bianco/giallo e sacchetti verde tinta unita-

domenica 13 maggio 2012

Proviamo con i fiori

 Per un invito in campagna, si può organizzare un aperitivo in giardino con tanti stuzzichini usando anche i fiori.
Ogni fiore ha un gusto diverso: i petali di rosa sono dolci,  quelli di nasturzio sono appena piccanti,  le primule selvatiche e le campanule danno tanto profumo, i fiori e le foglie della borragine ricordano il cetriolo, le pratoline  hanno un retrogusto un po' aspro che stuzzica l'appetito ...... ed è con quest'ultima che voglio suggerirvi qualche idea di ricette che lessi tanti anni fa e che ho provato personalmente.     
 Da così  ......


Bruschette Margaritas

O anche :

Uova sode farcite
E ancora :
Insalata di fiori

Un menù in fiore, naturalmente, va accompagnato con le decorazioni in tema. Per realizzare un centrotavola semplice, ma d'effetto, mettiamo in un bicchiere trasparente tante margheritine, senza acqua, disposte in modo casuale.

Possiamo usare le margherite anche per i tovaglioli legate da un semplice spago bianco o anche attaccarle  lungo i bordi della tovaglia.

Per queste ricette, continua a leggere ...

Auguri, mamma!


sabato 12 maggio 2012

Dedicato alle madri



"Nessuna voce è più falsa e più ingiusta di quella che tentò di accusare di tiepido affetto il nostro Poeta verso la madre: egli ebbe per lei, in vita e in morte, un vero e proprio culto religioso, riconoscendo in quella creatura d'amore e di dolore la parte migliore di sé, la sorgente inesausta della sua bontà generosa e della sua forza severa."(#)
Un magnifico brano di prosa lo troviamo  nelle pagine del "Notturno" nelle quali ricorda il commiato dalla madre.
"........... E' mia madre?
Una povera cosa curva, una cosa informe, una cosa di miseria e di pena, abbassata, umiliata, sfigurata..........
guardo quel viso.
Bisognava che la sorte mi accecasse prima.........
E l'umile donna della terra nomina il mio nome, ripete il mio nome a quell'orecchio sempre più inclinato.
E allora le due mani si levano di su le ginocchia.........
C'è dunque qualcosa che può farmi più male di quello sguardo senza lume?
C'è la bocca, che non ha più bellezza, che non ha più dolcezza, che non ha più forma umana, che non ha più suono umano.
Le due palme s'abbattono sul mio capo pesanti come se fossero esangui ed esanimi.
E la bocca vuol dire il mio nome, ma non ha se non un mugolio fioco."

(#)Giacomo Franchi nel 1938 scriveva:
"Un nome, solo un nome, essa poté tuttavia continuare a pronunziare ancora con netto e limpido suono: Gabriele.
Come se tutta l'energia vitale dell'umile eroina si fosse accentrata, disperatamente avvinghiata, intorno a quelle tre sillabe d'amore, a quella stessa guisa che tutta l'energia vitale della pianta culmina e splende in sulla cima nella raggiante beltà del fiore, e come se la falce inesorabile del male, mietendo furore dentro quel petto, un fiore, un unico fiore non avesse potuto tuttavia troncarvi, in mezzo a tutti  il più bello e il più tenace: l'amore del figlio, il solo perfetto amore, amore sino alla morte e oltre la morte."

giovedì 10 maggio 2012

Dedicato alle madri

Questo è  il  mese,  e alle madri voglio dedicare un paio di liriche,  in questo e nel prossimo post,  non per festeggiare,  ma per decantare questa creatura alla quale tutto dobbiamo,  ciò che di più puro e di più forte si agita nell'animo e che ha ispirato al nostro Poeta pagine di una bellezza morale e di una umanità che  mi  ha coinvolto

"Consolazione"
 dal Poema Paradisiaco.


Non pianger più. Torna il diletto figlio
 a la tua casa. E' stanco di mentire.
Vieni; usciamo. Tempo è di rifiorire.
Troppo sei bianca: il volto è quasi un giglio.

Vieni; usciamo. Il giardino abbandonato
serba ancora per noi qualche sentiero.
Ti dirò come sia dolce il mistero
che vela certe cose del passato.

Ancora qualche rosa è nè rosai,
ancora qualche timida erba odora.
Ne l'abbandono il caro luogo ancora
sorriderà, se tu sorriderai.
..........................................
perché ti neghi con lo sguardo stanco?
La madre fa quel che il buon figlio vuole.
Bisogna che tu prenda un po' di sole,
un po' di sole su quel viso bianco.

Bisogna che tu sii forte; bisogna
che tu non pensi alle cattive cose....
Se noi andiamo verso quelle rose,
io parlo piano, l'anima tua sogna.

Sogna, sogna, mia cara anima!..
Tutto sarà come al tempo lontano.
Io metterò nella tua pura mano
tutto il mio cuore. Nulla è ancor distrutto.
.........................................
tutto sarà come al tempo lontano.
L'anima sarà semplice com'era;
 e a te verrà, quando vorrai, leggera
come viene l'acqua al cavo de la mano.

martedì 8 maggio 2012

Ispirazione provenzale


Adoro la Provenza, i suoi colori e i suoi profumi...... questa è una delle mie ultime creazioni

Romantica ispirazione provenzale per questa struttura torta a due piani con 30 sacchetti in tessuto con rosellina
 " Antique Costance Spry"

Pezzo unico esclusivo
 la trovi nel mio shop

giovedì 3 maggio 2012

Tempo di compleanni?

L'evento da festeggiare per un bimbo è senz'altro il primo compleanno, ne seguiranno altri e In fondo non sono molti gli ingredienti per allestire una festa che incontri le attitudini dei piccini, se c'è in vista un compleanno, forse può interessarti leggere questo post! 

mercoledì 2 maggio 2012

martedì 1 maggio 2012

Io non festeggio!

Fragole, che passione!
Le fragole sono la mia delizia primaverile preferita! In macedonia, da sole, con panna, nei dolci, a mousse...... Oggi le ho mangiate così:
Ma non ho nulla da festeggiare.
Non voglio augurarvi buon 1° maggio dal momento che sono ben pochi quelli che possono festeggiare questa giornata che non ha più motivo di esistere. Voglio solo sperare che le cose possano cambiare davvero affinché gli auguri, falsamente sbandierati,  siano  reali.

Ingredienti per quattro persone:
200 g di savoiardi, 200 ml di panna, 250 g di mascarpone, 50 g di zucchero, tre fogli di gelatina bianca, due cucchiai di limone, 2CL di Grand Marnier, 500 g di fragole.

Preparazione:
passare 150 g di fragole, unire il succo di limone e il Grand Marnier. Immergere i savoiardi nel composto, inumidirli e disporli uno accanto all'altro su un piatto da portata. Tagliare le fragole restanti in quattro parti. Montare molto bene la panna. Mettere a bagno la gelatina, mescolare il mascarpone e lo zucchero. Porre la gelatina in una piccola pentola e scioglierla a fuoco lento. Unirle al mascarpone e aggiungervi la panna. Stendere uno strato sottile del composto sui biscotti, sistemarvi sopra uno strato di fragole e coprirle con il resto del composto. Mettere in frigorifero per non meno di quattro ore. Prima di servire, decorare con margheritine o altri fiori freschi.